My HomageS

perchè con l'età le passioni germogliano sempre più rigogliose anzichè appassire?

Archive for settembre, 2014

Jisbon

♥ ♥ ♥ Jisbon ♥ ♥ ♥

  • Commenti disabilitati su Come farò ad aspettare fino a Gennaio 2015?!?
  • Filed under: WordPress
  • Teresa Lisbon:
    This is another fine pickle you’ve gotten yourself in, huh?

    Patrick Jane:
    Eh, I’ve seen worse, pickle-wise.

    Teresa Lisbon:
    Yes, you have… How’s the ankle?

    Patrick Jane:
    Oh, it’s fine… You didn’t go to D.C.

    Teresa Lisbon:
    No. Did you mean what you said?

    Patrick Jane:
    Yes, I did.

    Teresa Lisbon:
    Good.

    Patrick Jane:
    Just to be clear, we’re talking about pickles, right?

    Teresa Lisbon:
    No. No. The other thing.

    Patrick Jane:
    Oh, that.

    Teresa Lisbon:
    This is no joking matter.

    Patrick Jane:
    Yes, I meant what I said, every word of it.

    Teresa Lisbon:
    Good. Because I feel the same way.

    Patrick Jane:
    [smiles] Well, that’s lucky. What about Pike?

    Teresa Lisbon:
    He’ll understand. Say it again.

    Patrick Jane:
    Say what again?

    Teresa Lisbon:
    [arches brow meaningfully]

    Patrick Jane:
    [he leans across the table and kisses Teresa]

    TSA Agent:
    [knocks on window] Hey, quit that!

  • Commenti disabilitati su The Mentalist 6×22 (Season Finale) – Blue Bird – 3/3
  • Filed under: WordPress
  • Patrick Jane:
    There’s something I need to say.

    Teresa Lisbon:
    I don’t want to see you. Go away.

    Patrick Jane:
    You’re right. I have forgotten how to act like a normal human being. And I play games and I lie and I trick people to avoid the truth of how I feel. And the idea of letting anyone close to me is terrifying for obvious reasons, but the truth, Teresa, is that I can’t imagine waking up, knowing that I won’t see you. The truth is… I love you. 
    Whew! You can’t imagine how good it feels to say that out loud, but it scares me… and it is the truth. It is the truth of what I feel.

    Teresa Lisbon:
    Jane, it’s too late.

    Patrick Jane:
    Maybe, and I understand, that’s OK. I needed to get to this, and you deserve to hear it.

    U.S Air Marshall:
    Put your hands in the air right now, do it!

    Patrick Jane:
    I love you, Teresa. And it makes me happy to be able to say that to you.

    [to the plane passengers, as he is leaving]

    Patrick Jane:
    I love her. That woman in 12B… I love her. You take care of her!

    Teresa Lisbon:
    I’m sorry, that was embarrassing.

    Passenger on Plane:
    Oh, shush, honey. Every woman on this plane is green with envy.

  • Commenti disabilitati su The Mentalist 6×22 (Season Finale) – Blue Bird – 2/3
  • Filed under: WordPress
  • Patrick Jane:
    You know, I’m… I’m sorry that I tricked you. I just… I just, uh…

    Teresa Lisbon:
    You just what? Jane, what were you doing?

    Patrick Jane:
    I just don’t want you to leave.

    Teresa Lisbon:
    You don’t give a damn about what I want or need. I am just a convenience for you. You used me. It’s all about you. You used a… a woman’s murder, Jane. You basically dug her corpse up for this crap. You are so twisted up in your own dishonesty, you have no idea how to act like a decent human being. No idea.

    Patrick Jane:
    I’m sorry, okay? I’m sorry.

    Teresa Lisbon:
    All right, well, if you’re really sorry, why don’t you just leave me alone?

  • Commenti disabilitati su The Mentalist 6×22 (Season Finale) – Blue Bird – 1/3
  • Filed under: WordPress
  • Day’s Quote #20140908

    Tu non puoi reggere la verità.
    Figliolo, viviamo in un mondo pieno di muri e quei muri devono essere sorvegliati da uomini col fucile. Chi lo fa questo lavoro, tu? O forse lei, tenente Weinberg?
    Io ho responsabilità più grandi di quello che voi possiate mai intuire. Voi piangete per Santiago e maledite i Marines. Potete permettervi questo lusso. Vi permettete il lusso di non sapere quello che so io. Che la morte di Santiago nella sua tragicità probabilmente ha salvato delle vite, e la mia stessa esistenza, sebbene grottesca e incomprensibile ai vostri occhi, salva delle vite! Voi non volete la verità perché è nei vostri desideri più profondi che in società non si nominano, voi mi volete su quel muro, io vi servo in cima a quel muro. Noi usiamo parole come onore, codice, fedeltà. Usiamo queste parole come spina dorsale di una vita spesa per difendere qualcosa. Per voi non sono altro che una barzelletta.
    Io non ho né il tempo né la voglia di venire qui a spiegare me stesso a un uomo che passa la sua vita a dormire sotto la coperta di quella libertà che io gli fornisco e poi contesta il modo in cui gliela fornisco. Preferirei che mi dicesse la ringrazio e se ne andasse per la sua strada. Altrimenti gli suggerirei di prendere un fucile e di mettersi di sentinella. In un modo o nell’altro io me ne sbatto altamente di quelli che lei ritiene siano i suoi diritti.

    (Col. Nathan R. Jessep AKA Jack Nicholson in “Codice D’Onore)

  • Commenti disabilitati su Day’s Quote #20140908
  • Filed under: WordPress
  • Day’s Quote #20140905

    “Non si è mai trattato di vincere o perdere… ma solo di sopravvivere.
    Io e la Macchina non siamo riuscite a salvare il mondo. Abbiamo dovuto accontentarci di proteggere quelle sette persone che potrebbero essere in grado di riprenderlo, allora abbiamo dato a Samaritan un punto cieco: sette server principali, che inseriscono un codice fatto per ignorare sette nuove identità accuratamente forgiate.
    Quando il mondo intero è osservato, schedato, indicizzato e numerato, l’unico modo di scomparire è quello di comparire nascondendo le nostre vere identità’ dietro una vita verosimilmente normale.
    Non sei più un uomo libero, Harold. Sei solo un numero.
    Dobbiamo diventare queste persone, adesso… e, se non lo faremo, ci troveranno e ci uccideranno.
    Mi dispiace, Harold. So che non è abbastanza. Molta gente morirà. Persone che forse avrebbero potuto dare una mano. Tutto sta cambiando. Non so se migliorerà mai… ma di sicuro peggiorerà.
    Ma la Macchina mi ha chiesto di dirti una cosa, prima di dividerci.
    Una volta hai detto a John che la cosa più importante del vaso di Pandora è che, una volta aperto, non puoi più chiuderlo.
    Voleva che ti ricordassi di come finisce la storia: quando tutto è finito e il peggio è passato resta ancora un’ultima cosa nel vaso di Pandora… la speranza.”

    (‪#‎root‬ – POI #3×23)

  • Commenti disabilitati su Day’s Quote #20140905
  • Filed under: WordPress
  • haru wo daite ita

    Dopo 14 anni, durante i quali…
    … ne ho sentito parlare a iosa…
    … ne ho immaginata la storia sfogliando i volumetti in giapponese…
    … ne ho letto le scanlations in tutte le lingue che conosco (più o meno)…
    … ne ho letto l’edizione statunitense stoppata al 5° numero (non li perdonerò mai per questo)

    FINALMENTE

    Haru wo Daite Ita (Harudaki per gli amici) è stato pubblicato da una casa editrice italiana

    TRADOTTO IN ITALIANO!!!!

    (piango)

  • Commenti disabilitati su Ha-ru-da-ki! Ha-ru-da-ki! Ha-ru-da-ki!
  • Filed under: WordPress
  • Categories

    Links


    Archives


    Meta